Quando i graffiti sono arte: 16 splendidi murales

L’autore è un writer spagnolo che si fa chiamare Pejac. Ma definirlo writer è decisamente riduttivo. 

Formiche - Parigi

Immagine 1 di 16

[source: pejac.es]

Definirlo un writer significa non fare onore alla sua arte. Anzi, vuol dire decisamente sminuirla. Pejac (pseudonimo) è un artista spagnolo i cui lavori nascono come reazione al modo con il quale i suoi professori di arte affrontavano la materia. La sua idea è portare verso l’arte stessa le persone che di solito non frequentano – perché non possono o non vogliono – i musei. «È la reazione delle persone a spingermi a lavorare – ha detto Pejac -. La vita adulta è pura inerzia, che si rompe solo per mezzo di cattive notizie o di incentivi. Ma se riesco a far pensare le persone, allora tutto ha un senso».
Le sue opere si trovano in Spagna, ovviamente (Madrid, Valencia, Santander, Salamanca), ma anche a Istanbul, a Parigi e a Milano. Ecco una selezione di 16 murales.

 


POTREBBE ANCHE INTERESSARTI...