Il gatto nella storia dell’arte: 10 quadri dove appare (ed è grasso)

Gli effetti della presenza di un gatto grasso nei capolavori dell’arte di tutti i tempi.

Pieter Aertsen, "The Fat Kitchen" (1565-1575)

Immagine 1 di 20

Senza il gatto [source: fatcatart.com]

Quello che vedete nella prima foto è The Fat Kitchen. An Allegory, del fiammingo Pieter Aertsen (1508-1575). Immaginate adesso come sarebbe se un enorme gatto fulvo e tigrato ci finisse dentro. Qualcuno che abbia avuto questa visione c’è, vive in Russia e si fa chiamare Zarathustra il Gatto. Il suo compito – cioè, quello che si è autoassegnato – è rileggere i capolavori pittorici di tutti i tempi inserendovi il suddetto felino.

I risultati sono tutti sul sito fatcart.com. Qui ne abbiamo raccolti 10, mostrandovi il prima (senza gatto) e il dopo (con gatto). C’è da dire che in alcuni casi l’effetto è divertente.

 


POTREBBE ANCHE INTERESSARTI...