Come perdere peso dopo le feste: 11 cose da fare

Se stamattina siete saliti sulla bilancia e vi siete allarmati, questi sono consigli per voi.

Ricordarsi di bere

Immagine 1 di 11

L'acqua nutre e depura. Che si tratti di otto bicchieri al giorno, o di due litri, o di una giara, fate voi: l'importante è bere. E non ciò che stiamo per vedere.

Al termine delle due settimane gastronomicamente più pericolose dell’anno, si celebra un rituale necessario e infido: pesarsi. E quasi sempre la bilancia ci manda un segnale inequivocabile: basta scherzi, è ora di far scendere la panza. Così, il 7 gennaio, è una corsa ai buoni proposito: iscriversi in palestra, andare a nuotare, svegliarsi all’alba e mettersi a correre, nutrirsi di bacche e radici fino a quando il corpo avrà ripreso un aspetto meno sferico.

In realtà, bastano due settimane. Purché siano fatte bene, e ciò significa anzitutto non ridurre la dose calorica necessaria al nostro organismo per funzionare bene. Le diete ipocaloriche hanno un solo effetto: una volta terminate, si riacquista tutto il peso perduto in un amen. Conta invece la qualità di ciò che si mangia, il rapporto tra carboidrati, proteine e verdure, la cura dell’equilibrio insulinico, la frequenza nel variare gli alimenti. Insomma, i principi delle efficaci diete di segnale, magari da cominciare dopo due settimane dedicate a smaltire i postumi natalizi e a preparare il terreno per un regime alimentare più sano.

Due settimane durante le quali fare le 11 cose che seguono, e che se a un primo sguardo paiono impegnative si rivelano poi decisamente efficaci.

 

 


POTREBBE ANCHE INTERESSARTI...