Ambiente pulito: le 10 città italiane in cui vivere

Le ha individuate Ecosistema Urbano, il rapporto di Legambiente sulla vivibilità ambientale dei capoluoghi di provincia italiani. Ovviamente, non mancano le sorprese.

1. Verbania

Immagine 1 di 10

L'unico punto critico di Verbania è la dispersione di acqua dall'impianto idrico.[source: distrettolaghi.it]

La situazione non è bella. In sintesi, è questo il segnale che arriva dalla 21esima edizione di Ecosistema Urbano, il rapporto di Legambiente sulla vivibilità ambientale dei capoluoghi di provincia italiani. Realizzato con Il Sole 24 Ore e con Ambiente Italia, il rapporto ha individuato una classifica basata su 18 indicatori specifici, così raggruppati: qualità dell’aria, gestione delle acque, gestione dei rifiuti, trasporto pubblico, mobilità, tassi di incidenti stradali, energia. Non ce la passiamo bene perché, per esempio, le prime cinque città in classifica evidenziano comunque problemi non indifferenti: Trento mostra valori eccessivi di biossido di azoto, Verbania e Belluno sprecano un terzo dell’acqua immessa in rete, Pordenone depura poco più della metà degli scarichi fognari.

La classifica sorprende, inoltre, non solo per i dati riportati, quanto perché l’incrocio dei 18 indicatori ha permesso ad alcuni centri di entrare nella top ten, sfidando l’istintivo buon senso degli utenti. Parliamo di L’Aquila, che, scontando ancora i danni del terremoto del 2009 e l’inettitudine della politica nello stabilire le condizioni per ripararli, è difficile collocare di primo acchito tra le 10 città migliori in cui vivere. Per non dire di Venezia, gioiello architettonico e ambientale tanto prezioso quanto ricco di problemi di vivibilità.

In ogni caso, ecco classifica di Legambiente.

  1. Verbania
  2. Belluno
  3. Bolzano
  4. Trento
  5. Pordenone
  6. L’Aquila
  7. Perugia
  8. Oristano
  9. La Spezia
  10. Venezia


POTREBBE ANCHE INTERESSARTI...