I 10 peggiori disastri dell’Italia ai Mondiali di calcio

Quattro volte ci è andata benissimo: abbiamo vinto. Altre due ci siamo fermati a un passo dal trionfo, battuti sempre dal Brasile. Poi ci sono stati un terzo posto (1990), un quarto (1978), un’uscita ai quarti di finale contro la Francia che poi vinse (1998). Insomma, nove volte l’Italia ai Mondiali ha fatto la sua bella figura. Ma le altre dieci, no. Le altre dieci è stato un autentico disastro.

1950

Immagine 1 di 10

Ironia della sorte, il primo dei disastri italiani ai mondiali si verifica nel medesimo teatro dell'ultimo: il Brasile. Ci arriviamo da campioni in carica, vincenti nel 1938 (nel '42 c'era la guerra, nel '46 le macerie e i mondiali non si giocarono). La Nazionale arriva a Rio in nave, cedendo alla paura dell'aereo: l'anno prima c'è stata la tragedia di Superga, dove morì il Grande Torino e, quindi, l'Italia azzurra. Dieci undicesimi della squadra, infatti, vengono dai granata. Il viaggio dura due settimane, gli azzurri si allenano sul ponte e dopo tre giorni tutti i palloni finiscono in mare. Usciamo al primo turno, dopo una sconfitta con la Svezia (3-2) e un'inutile vittoria sul Paraguay (2-0)


POTREBBE ANCHE INTERESSARTI...